Cerca
  • alessandro spano

Cosa si potrebbe fare nei bar e ristoranti per mettere le persone al sicuro dai contagi ?


Gesti semplici e comuni come andare in un bar a prendere un caffè, sedersi a tavola per mangiare una pizza, entrare in un ristorante per la cena dovranno essere necessariamente ripensati.

In questo lasso di tempo in cui bar e ristoranti sono ancora chiusi, si dovranno stendere linee comuni e i titolari dovranno adeguare il proprio locale nel più breve tempo possibile.


  • All'esterno del locale sarà importante una sorta di semaforo che informi i clienti dei posti disponibili o dei tempi di attesa, senza dover entrare nel locale.

  • All'ingresso sarà obbligatorio misurare la temperatura a tutti i clienti e fornire i clienti di gel igienizzanti (dispenser all'ingresso)

  • Dove possibile, sarà importante separare gli ingressi dalle uscite, in modo che i 2 percorsi non si intersechino.

  • Fin dall'ingresso i clienti non dovranno essere messi nelle condizioni di dover toccare maniglie o oggetti (anche in bagno), le porte di ingresso dovranno essere ad apertura domotica, oppure la porta di ingresso sempre aperta.

  • Tra un tavolo e l’altro ci dovranno essere minimo due metri.

  • Niente menù di carta, i clienti dovranno scaricare la app del ristorante e consultare da lì la carta dal proprio telefono.

  • Misure di sicurezza individuate all’interno delle cucine e dei luoghi di preparazione: distanza interpersonale di almeno un metro; dotare il personale di tute/camici grembiuli monouso, sovra-scarpe, guanti, mascherine;

  • Mettere a disposizione in più punti del locale soluzioni disinfettanti e carta monouso per il lavaggio frequente delle mani;

  • Disinfettare tavolini, sedie, banconi, maniglie e servizi igienici e altre superfici che possono venire a contatto con più persone;

  • Evitare il self service di alimenti e bevande (bibite, gelati, cibi confezionati, paste all’interno della vetrina serviti esclusivamente dal personale);

  • Evitare la somministrazione di aperitivi con piatti condivisi e prediligere le monoporzioni.

  • Evitare materiali difficilmente lavabili come cuscinerie, tessuti, ecc.

  • Favorire condizioni di aria il più possibile pulita, privilegiare i dehors, e se la somministrazione avviene in ambienti chiusi, favorire l’areazione naturale o artificiale.

  • Prevedere una sanificazione periodica del locale da parte di aziende professioniste.

  • Sostituire la tovaglia usata destinandola al lavaggio con igienizzante oppure utilizza tovaglie monouso da sostituire a ogni cambio tavolo, e igienizzare sempre il tavolo.



0 visualizzazioni
Alessandro Spano    via G.Washington 07026 - Olbia       spano_1@yahoo.it        ph +39 3479348691
AlessandroSpano